Lamiastoria


LA MIA STORIA


Mi chiamo Berto Antonella e questa è la mia storia. Nel 1996, durante una visita ad un maneggio sui Colli Euganei, ho intravisto tra i cavalli Gulliver, uno splendido cucciolone di Bovaro del Bernese che mi ha subito rapito il cuore per la sua bellezza. Ho dovuto attendere ben 2 anni ma ne è valsa la pena perché sono riuscita a realizzare il sogno di avere un cucciolo tutto mio: il 19 gennaio del 1998, infatti, è nato OLIO, il mio primo grandissimo ed insostituibile amore.

Il 14 aprile il mio bambino è arrivato nella sua nuova casa conquistando subito tutti con la sua infinita simpatia, la sua acuta intelligenza e con la sua incontenibile vivacità. A Fratta Polesine, il mio piccolo paese, tutti lo conoscevano e lo chiamavano per nome facendo a gara per accarezzarlo. OLIO ha completato la mia vita e bastava mi fosse vicino per farmi sentire bene. Capiva i miei stati d’animo e sapeva guardarmi in un modo che mi toccava il cuore e mi faceva sentire tanto fortunata ad averlo accanto. Un giorno, poi, un signore mi chiese di poter fare una monta. Io sinceramente non ero sicura che lui fosse in grado, ma il mio ragazzo non mi ha delusa ed il 03 dicembre del 2000 è nata la grande ZOE.

Il 13 novembre dell’anno dopo è diventato papà per la seconda volta regalandomi ZAIRA. A questo punto è nato in me il sogno di creare una grande famiglia, con OLIO capostipite, ed una continuità di affetti e gioie che avrebbero permesso a tante altre persone meritevoli di conoscere questa meravigliosa razza. ZOE, purtroppo, non è riuscita a diventare mamma (proprio come me) ed è salita in cielo il 5 ottobre del 2009. ZAIRA, invece, mi ha regalato 3 splendide cucciolate. Della prima dedico un pensiero particolare a REGINA che mi ha lasciato ancora bambina e, come succede ai bambini, è stata portata via da una morte bianca mentre dormiva a soli 5 mesi il 29 marzo del 2006. Un giorno, poi, mi è successa una cosa molto carina perché la figlia di una mia amica mi ha definito “la signora dei 100 cani” e da allora questo è diventato il nome del mio allevamento amatoriale.

Purtroppo, però, è arrivato anche il giorno più brutto della mia vita che mi fa ancora tanto male ricordare: il 19 giugno del 2009 OLIO è salito in cielo chiudendo gli occhi a mezzogiorno di una calda giornata d’estate. Sembrava dormisse da quanto era bello e sereno: Dio l’aveva preso con sé senza farlo soffrire… Io, abbracciata a lui, mi sentivo svuotata e soffocare da un dolore che sembrava non avere confini. Niente era più lo stesso e stavo quasi per arrendermi alla sofferenza che non riusciva a trovare conforto anche perché a soli 3 mesi di distanza mi ha lasciato anche Zoe. Poi, lo sconfinato amore che provo per queste splendide creature, mi ha aiutato a reagire trovando la forza per andare avanti. Dovevo farlo per loro e per il loro futuro, per tutto quello che mi hanno dato e che sapranno darmi ancora, per una vita che senza quei musetti pelosi non sarebbe più la stessa. Ma soprattutto era giusto farlo per OLIO e ZOE . Ed è così che ai suoi eredi si sono aggiunti, un po’ alla volta, esemplari di altri paesi per cercare, nei limiti a me concessi, di migliorare la razza anche se ho imparato che i cani sono universali, non italiani, francesi, svizzeri o portoghesi ecc…: sono tutti uno splendido dono che Dio ha voluto fare agli uomini. Noi dobbiamo solo amarli ed averne cura perché loro lo fanno e senza chiedere nulla in cambio. I miei bovari sono i miei bambini, la gioia delle mie giornate, tutto quello di cui ho bisogno per essere felice. Questa splendida avventura è iniziata, quasi per caso, 14 anni fa ed oggi, guardandomi intorno, vedo tanto amore sincero ed incondizionato. So che OLIO, ZOE e REGINA mi osservano da un angolino del cielo e mi proteggono: a loro dedico questa splendida famiglia e li ringrazio infinitamente per quanto siamo riusciti a creare insieme.
A dicembre 2006, come regalo di compleanno, ho ricevuto Camilla (da subito ribattezzata CICCI) ed è così che anche i bolognesi  entrarono a far parte della mia vita. Dopo alcuni  anni,  il mio adorato “pop corn” è diventata mamma di due splendide cucciole , Annie e Candy- Candy le quali mi hanno regalato immense soddisfazioni nelle esposizioni nazionali ed internazionali, conseguendo i titoli di campionesse europee e mondiali. A breve, poi, si sono aggiunti  anche Daniel, Teodoro, Mafalda e Lucifero. La mia meravigliosa  famiglia pelosa  si è ulteriormente allargata grazie a questi dolcissimi, docili e vivaci  batuffoli bianchi che hanno riempito la mia casa di brio ed allegria.

Un ringraziamento speciale a Piero, il mio compagno che nel corso degli anni è stato anche lui rapito dello splendido universo che i miei cani rappresentano e che oggi è il mio più grande sostenitore e collaboratore. Senza di lui non sarei la persona che sono. GRAZIE PIERO. A Roberta, la grande zia dei miei cani ed ho difficoltà a trovare altre parole per definire quanto rappresenti per me e per loro: GRAZIE INFINITE, SEI UNA PERSONA UNICA E SPECIALE!

A Rino ed Antonia e mio fratello Fabiano che mi sopportano . A Cristina, Maria Amelia, e Daniela, per la loro disponibilità, collaborazione ed amicizia GRAZIE… A Daniele, Andrea e Sonia per gli splendidi risultati ottenuti alle esposizioni con la speranza di continuare a lungo in futuro. Concludendo ringrazio infine tutti i miei amici che mi sostengono in questa splendida avventura e che porto sempre caramente nel cuore.

 
 

Torna indietro